GROOVING: CODICI SORGENTI

Capita un po’ a tutti, a volte, presi dall’apatia del giorno di scrollare la bacheca di facebook senza un perchè e un senso, magari nel vano tentativo o speranza di trovare tra i molti post qualcosa che ti possa per un attimo rapire, che possa catturare la tua attenzione e ti possa far svoltare un pomeriggio.

E così è stato, un pomeriggio mentre scorrevo la mia home vedo ad un tratto un post, buttato lì, in mezzo a tanti altri da un writers di fama mondiale che seguo da diversi anni e che ho avuto il piacere e l’onore di conoscere: Peeta.

Recitava così: CATANIA seguito dalle parole CODICI e SORGENTI.

IMG_0890

Si proprio così “CODICI SORGENTI”, così si chiama la prima vera mostra che riguarda il mondo dell’ Aereosol art dalle sue origini fino ai giorni nostri in rassegna a Catania presso il Palazzo Platamone fino al 18 Gennaio.

Quando si parla di Aereosol-Art, Street-art o Urban-art sappiamo bene che parliamo della più diffusa e controversa forma d’arte che ha caratterizzato gli ultimi 30 anni.

Possiamo dire di tutto, di come sia nata dai ghetti di NY, di come si sia evoluta, da come è stata recepita ai nostri occhi e da chi ci ha preceduto. Un fatto è certo, è presente ovunque e in tutto il mondo e 999Contemporary, l’Associazione curatrice, si è messa davvero in gioco allestendo una mostra sicuramente in grado di soddisfare ogni tipo di attesa.

Una mostra realizzata e fortemente voluta per celebrare qualcosa di ancora più grande, l’opera murale realizzata dall’ artista portoghese Vihls sugli otto silos del porto di Catania.

Un immenso volto che volge lo sguardo al Mediterraneo, alle tante culture che hanno formato l’identità siciliana nel corso dei secoli. Un’opera simmetrica a quella che lo stesso artista ha realizzato in Libano, creando così un ponte immaginario che lega i popoli dell’ Occidente e dell’Oriente.

IMG_0984

La mostra si snoda lungo tutte e sette le sale del Palazzo. Ogni sala racconta l’evoluzione di questa contradditoria forma d’arte ripercorrendo e ricostruendo la sua evoluzione dalle origini fino alla maturità.

Ad accoglierci e a guidarci lungo il percorso della mostra è stato Stefano Antonelli, impeccabile in ogni sua parola, approfondimento e curiosità, disponibile e molto appassionato.

Ci ha guidato trasformando quella che doveva esser una semplice visita guidata, in un esperienza mistica e piena di passione, accompagnandoci con la manina ci ha fatto immergere e respirare appieno il fantastico mondo dell’ Aereosol Art.

IMG_0987

 

Tanti gli artisti di fama modiale fra i quali era possibile ammirare le opere di 108, Agostino Iaturci, L’attlas, C215, Escif, Eron, Peeta, Jonone, Gaia, Microbo, Erica e il Cane, Crash, Delta2, Invader, Bo 130, Futura 2000 e molti molti altri.

Durante la mostra inoltre, nel cortile si poteva assistestere alle perfomance live di alcuni dei piu noti street artist catanaesi come Vlady e Guè, e la presenza di diversi artisti che hanno esposto le loro opere.

In un periodo particolare per Catania fa davvero piacere notare e sottolineare un evento di così tale importanza nella città e fa ancor piacere vedere come un pubblico, senza distinzioni di età, abbia risposto con entusiamo e interesse.

E’ una delle prime mostre mai realizzate in Italia interamente dedicata alla Street art ed è stata messa in piedi a Catania, ci teniamo a dirlo, si proprio così, ci teniamo molto.

(Visited 445 times, 1 visits today)

Claudio Grasso

Architetto , grafico muove i primi passi fin da piccolo nella street art in generale all'underground moviment. Sviluppa un amore per la musica con una tendenza sempre più forte negli ultimi anni verso l'elettronica in tutte le sue svariate forme.

Leave a Comment

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *